Come parlare inglese con sicurezza in 9 semplici passi

Da e

Studi inglese da molto tempo ma parlare con gli altri ti innervosisce ancora?

Non preoccuparti, non sei l’unico.

Proprio come te, molte altre persone studiano inglese ma non si esercitano tanto a parlare perché hanno paura di sbagliare o di essere prese in giro.

Non devi preoccuparti: anche i madrelingua inglesi a volte fanno errori! Per migliorare il tuo inglese, devi acquisire sicurezza nelle tue capacità.

Ecco quindi 9 semplici modi per sentirti più sicuro di te. Mettendo in pratica regolarmente questi suggerimenti, sarai sorpreso dei tuoi notevoli miglioramenti.

1. Leggi ad alta voce

Leggere ad alta voce - copyright Harald Groven http://www.flickr.com/photos/kongharald/

Saper leggere ad alta voce significa semplicemente riuscire a leggere un libro o un testo in modo chiaro e scorrevole. Esercitandoti, puoi correggere i tuoi errori di pronuncia fino a quando non smetterai di farli.

Più ti eserciti, più ti sentirai sicuro di te perché avrai un ambiente sicuro in cui allenarti e riuscirai a leggere ed elaborare le parole sempre più rapidamente.

Se parlare davanti agli altri ti innervosisce, inizia leggendo ad alta voce da solo, a casa. Man mano che senti di avere acquisito maggiore sicurezza, chiedi a un docente o a un madrelingua inglese di darti un riscontro sulla tua pronuncia delle parole più difficili.

Come iniziare:

  1. Scegli un testo di circa 75-200 parole che credi di poter leggere facilmente, per esempio il libro di un corso d’inglese o un libro consigliato da un amico.
  2. Chiedi al tuo insegnante o a un amico che conosce bene l’inglese di leggerti il testo ad alta voce e registralo. Puoi anche allenarti a leggere la trascrizione di un pezzo di un film o di una serie, se preferisci.
  3. Leggi il testo ad alta voce mentre ascolti la registrazione.
  4. Allenati a leggere con la registrazione fino a quando ti senti sicuro.
  5. Registra la tua voce. Ascolta e metti a confronto le due registrazioni.
  6. Trova un altro testo e ripeti i primi 5 passaggi.

Puoi migliorare le tue capacità di lettura leggendo anche solo 5-10 minuti al giorno, con i tuoi ritmi e su qualsiasi tema ti interessi (… ma ti sconsigliamo Shakespeare!).

2. Fidati del tuo insegnante

Un insegnante e due studenti - copyright UBC Libraryhttp://www.flickr.com/photos/ubclibrary/

Se segui un corso, ricorda che il tuo insegnante è lì per creare un ambiente rassicurante in cui puoi imparare dai tuoi errori.

Ebbene sì, gli errori fanno bene!

Fare errori è, infatti, molto importante perché ti permette di capire in quali aree devi migliorare. La chiave di tutto è provare a non ripetere lo stesso errore due volte.

Nessuno è lì per prenderti in giro. Il tuo insegnante sicuramente mira sempre a farti realizzare il massimo del tuo potenziale e si compiace dei tuoi risultati, incoraggiandoti a continuare a studiare e spiegandoti che cosa stai facendo nel modo corretto.

Se vuoi sentirti più a tuo agio in classe, prova a conoscere meglio il tuo insegnante. Puoi fargli delle domande personali ad esempio sui suoi hobby o sul perché ha deciso di dedicarsi all’insegnamento. Se condividi anche tu qualcosa di te, ti sembrerà poi più naturale poter confidare anche le tue difficoltà.

3. Lavora in gruppi di massimo 5 persone

Un gruppo molto grande - copyright Kheel Center, Cornell University http://www.flickr.com/photos/kheelcenter/

Molte persone sono nervose quando devono parlare davanti a un pubblico numeroso. Prova a parlare in inglese con altre persone in piccoli gruppi per sentirti più sicuro di te.

Quando si è in gruppo, condividere gli errori comuni e i momenti in cui è stato più difficile comunicare aiuta a capire che siamo tutti sulla stessa barca e più si riesce a riderci sopra, meno paura si avrà di comunicare con gli altri.

Come trovare piccoli gruppi con cui lavorare:

  • Trova una scuola, un centro di aggregazione sociale, un’università o una biblioteca che offre lezioni di conversazione.
  • Se segui già un corso, chiedi al tuo insegnante se può fare lavorare i partecipanti in piccoli gruppi.
  • Chiedi a qualche tuo compagno di corso se vuole fare pratica fuori dall’aula. Puoi proporre di incontrarvi a pranzo, dopo il lavoro o nel weekend.
  • Crea un nuovo gruppo pubblicando un annuncio su una bacheca in ufficio o in biblioteca, su bakeca.it o sul tuo sito di annunci preferito.

4. Trova degli amici stranieri che parlano inglese

Un gruppo di amici stranieri - copyright Gregory Han https://www.flickr.com/photos/typefiend/

Più ti eserciti, più ti sentirai sicuro del tuo livello di inglese. Un ottimo modo per praticare la lingua divertendosi è quello di fare amicizia con persone che parlano solo inglese!

In questo modo, invece di usare la tua lingua madre sei obbligato a parlare in inglese. Gli amici non sono lì per giudicare te o il tuo livello: vogliono solo incontrare gente nuova nella loro zona.

Consigli su come fare amicizia con persone che parlano inglese:

  • Inizia a frequentare gruppi di networking professionale o posti che organizzano eventi internazionali come cineforum con film stranieri, discoteche e bar: molti di questi saranno frequentati da un mix di persone, stranieri e non.
  • Trova siti di expat (stranieri che vivono in Italia) per conoscere quelli che vivono nella tua zona. Per iniziare, puoi dare un’occhiata qui. Molti postano il loro profilo e offrono anche sessioni di tandem linguistico, in cui tu puoi insegnare loro la tua lingua madre e loro ti aiuteranno con l’inglese.
  • Se ti piace l’idea di trovare un tandem partner, dai un’occhiata a questo sito o, se preferisci, quest’app!
  • Se vuoi optare per qualcosa di più casual, puoi partecipare alle serate di incontro organizzate in moltissime città da Couchsurfing o trovare uno dei tanti gruppi che si incontrano regolarmente per fare conversazione in lingua!

5. Partecipa a un gruppo di conversazione online

Ci sono centinaia di gruppi di conversazione online, ottimi perché ti danno la possibilità di fare conversazione con persone madrelingua o quasi, nel comfort di casa tua.

Devi solo creare un profilo, indicare gli orari in cui sei disponibile e come contattarti.

Skype o Google Hangout sono ottime opzioni perché sono usati in tutto il mondo. Inoltre, alcuni siti hanno programmi di chat live con cui puoi interagire con molte persone online.

Per sfruttare al meglio il vostro incontro, stabilite un tema prima di iniziare. Puoi prepararti alla conversazione cercando in anticipo le parole relative al tema o pensando alle domande che vuoi fare. Non dimenticare di rilassarti e goderti l’esperienza.

Non stressarti troppo: se riesci a goderti l’esperienza, è più probabile che la ripeterai!

6. Iscriviti a gruppi e forum online in inglese

Screen di un forum dedicato ai viaggi

Iscrivendoti a un gruppo Facebook o un forum online, potrai interagire con madrelingua e avrai la possibilità di praticare la lingua al di fuori delle lezioni d’inglese, senza dover lasciare la comodità di casa tua.

I nostri consigli:

  • Se ti preoccupa che qualcuno che conosci possa vedere il tuo profilo, registrati con un profilo anonimo.
  • Trova gruppi o forum dedicati a temi che ti interessano. Pensa ai tuoi hobby, ad esempio la fotografia, i viaggi, le serie TV, i film o la cucina. Maggiore è il tuo interesse, più sarai motivato a partecipare.
  • Inizia leggendo le discussioni in corso. Dopo 2 o 3 settimane, prova a rispondere a qualche domanda pubblicata da altri e contribuisci alle discussioni. Puoi anche postare le tue domande e replicare alle risposte che ottieni.
  • Se sei a corto di idee, perché non guardare i trending topic su Twitter? Puoi modificare le impostazioni sulla località, inserire un Paese di madrelingua inglese e dare un’occhiata ai temi di tendenza del giorno! Inoltre, puoi seguire gli hashtag su cui si incentrano le discussioni che ti interessano e seguire i profili attivi sui tuoi temi preferiti. Più svilupperai le tue capacità, più avrai voglia di contribuire con un tweet a qualche discussione.

7. Attenzione a non strafare

Un uomo sotto pressione - copyright Peter Koerhuis http://www.flickr.com/photos/peterkoerhuis/

Più velocemente tenti d’imparare l’inglese, più ti sentirai sotto pressione. È importante fare con calma e senza pressione, così ti sentirai meno nervoso quando ti capiterà di fare degli errori (e ricorda, fare errori fa bene!)

Consigli:

  • Suddividi il tuo obiettivo in step più piccoli. Ad esempio, se vuoi imparare 100 parole nuove al mese, puoi concentrarti e imparare 25 parole a settimana? O suona meglio se pensi a 5 parole al giorno?
  • Modifica i tuoi obiettivi, se necessario. Se, ad esempio, capisci che hai troppo da fare per poter leggere un libro in inglese al mese, puoi puntare a leggere due brevi articoli di giornale. Ogni due settimane, rivaluta i tuoi obiettivi per verificare se devi aumentare o ridurre le tue letture.

8. Evita di procrastinare

Procrastinare è naturale, soprattutto se non sei completamente certo di quello che stai facendo.

3 modi per smettere di procrastinare:

  1. Programma quando esercitarti in inglese, comunica il tuo programma ad amici e familiari e chiedi loro di domandarti che cosa hai imparato alla fine di ogni settimana. Il condizionamento dato dal gruppo può essere un’ottima motivazione: sapere che qualcuno ti chiederà conto dei tuoi progressi ti spinge a imparare (…o spiegare perché non hai imparato!).
  2. Prèmiati alla fine di ogni settimana in cui riesci ad attenerti al tuo programma di studio. In questo modo avrai qualcosa di tangibile a cui aspirare quando non avrai voglia di esercitarti in inglese.
  3. Trova un compagno che a sua volta sta imparando l’inglese. Parlate dei vostri rispettivi obiettivi e, alla fine di ogni mese, raccontagli i tuoi progressi. Potete anche condividere i vostri problemi e scambiarvi suggerimenti e consigli: mal comune, mezzo gaudio!

9. Ricordati perché vuoi imparare l’inglese

Un sogno, un obiettivo - copyright Jonny Goldstein http://www.flickr.com/photos/jonnygoldstein/

È normale sentirsi frustrati se non si è sicuri dei propri progressi: quando ti senti così, è importante ricordarti perché hai iniziato a imparare l’inglese.

Tuttavia, non mirare a un unico obiettivo esterno per motivarti: devi scoprire perché vuoi imparare l’inglese per te stesso.

Per esempio, vuoi migliorare l’inglese per la tua carriera, per ottenere la promozione che hai sempre voluto e, grazie a quella promozione, avere uno stipendio maggiore e potere pagare l’università di tuo figlio…

Qual è la tua motivazione per imparare l’inglese?

Consigli:

  • Visualizza: scrivi il tuo obiettivo sia in inglese sia in italiano. Aggiungi qualche foto per ogni tuo obiettivo, per esempio una foto di famiglia, di una vacanza, di te mentre fai una presentazione, del logo dell’azienda per cui ti piacerebbe lavorare o della bandiera del Paese in cui vorresti andare a vivere. Metti il foglio (o tutti i fogli che vorrai creare) dove lo vedrai più spesso: sul frigo, di fianco al computer o allo specchio del bagno. Ogni volta che lo vedi, leggi la frase ad alta voce e rifletti sul tuo obiettivo.
  • Mettiti dei promemoria periodici: può aiutare anche solo qualcosa di semplice come mettersi dei promemoria giornalieri sul cellulare o su Outlook. La chiave di tutto è ricevere una sollecitazione esterna che non ti faccia perdere di vista il tuo obiettivo.

Ora tocca a te!

Seguendo questi 9 consigli, entro 2 o 3 mesi noterai una gran differenza nel tuo livello e nella sicurezza in te stesso.

Sentirai il desiderio di condividere quello che avrai imparato con amici e parenti. La tua maggiore sicurezza potrebbe anche farti guadagnare quella promozione che sognavi, o farti trovare dei nuovi amici che parlano inglese.

Comincia scegliendo 3 consigli che puoi mettere in pratica da subito. Stampa questo articolo e mettilo in un punto che guardi spesso. Imposta dei promemoria settimanali per ricordarti di rileggere i consigli di questo articolo e come applicarli.

Quali 3 consigli hai scelto? Hai qualche altro consiglio da condividere? Perché non raccontarcelo nei commenti? Facci sapere!

Find this useful? Let your friends know:
Send to friend